Borsa Milano prosegue debole su persistente incertezza politica

giovedì 28 febbraio 2013 12:45
 

MILANO, 28 febbraio (Reuters) - Piazza Affari archivia in negativo una prima parte di seduta, caratterizzata da una debolezza diffusa in scia alle incertezze che permeano il contesto politico italiano e "pesano come una spada di Damocle sul nostro mercato", come sostiene un analista.

Dalle sale operative segnalano che il tentativo di rimbalzo dei primi scambi, in scia a Wall Street e sulla linea dell'Europa, non non era sufficientemente forte da sostenere il consolidamento delle posizioni di ieri. La mancanza di una maggioranza sicura in Parlamento è ciò che preoccupa gli investitori.

"L'influsso che arriva dal fronte politico italiano è importante e in mancanza di notizie certe gli indici sono in balia della volatilità" commenta un trader.

Secondo il primo analista, "finché non si riuscirà a capire in che direzione evolveranno gli equilibri politici, a Piazza Affari il mood sarà improntato alla cautela, mentre la borsa rimarrà fragile. Probabilmente si tergiverserà fino a metà marzo".

Attorno alle 12,35 l'indice FTSE Mib scivola dello 0,1%, in linea con l'Allshare, mentre il derivato è poco mosso. Volumi scambiati per 688 milioni di euro. Il paniere europeo FTSEurofirst prosegue sul fronte opposto e guadagna lo 0,53%.

* Rimangono deboli i bancari con l'eccezione di MPS , che prosegue in rimbalzo (+1%), e UBI. MEDIOBANCA (-2,4%) è ancora la più debole del comparto, ma non vanno molto meglio le bluechip INTESA SP e UNICREDIT, in ribasso lo 0,5% e un punto e mezzo. Male anche le popolari, in particolare POP EMILIA .

* Sul fronte opposto, PRYSMIAN si posiziona anche oggi alla testa del listino con +3,4%, in scia ai risultati della vigilia che hanno messo in luce margini 2012 superiori alle attese. "I miglioramenti raggiunti nel 2012 sui fronti debito e reditività in un contesto alquanto difficile appaiono strutturali e potranno essere portati avanti anche in un 2013 ancora peggiore" commenta Banca Akros, che ha alzato il target price del gruppo a 18 euro, con raccomandazione 'accumulate'.

* Si rafforza a fine mattinata FERRAGAMO (+3,5%). "Non ci sono motivi particolari a monte del rally. Posso solo dire che si tratta di un titolo molto forte, che va bene anche in contesti di incertezza come quello attuale, in cui gli altri titoli del listino principale sono sotto pressione" commenta un trader.

* Ben impostata nelle prime ore, grazie agli utili 2012 migliori del consensus della controllata Mediaset Espana , MEDIASET riduce i guadagni a metà seduta, pur manetnendosi in territorio positivo.   Continua...