Borsa Milano amplia perdite, cede oltre 2%, pesano finanziari, forte TI Media

giovedì 21 febbraio 2013 10:00
 

MILANO, 21 febbraio (Reuters) - Piazza Affari accelera al ribasso a pochi minuti dalla partenza arrivando a cedere due abbondanti punti percentuali in un mercato spaventato dalla possibilità che la Federal Reserve metta un freno agli stimoli monetari che hanno sostenuto fin qui le borse.

"Questa notizia delle minute della Fed ha preso il mercato in contropiede", ha detto un trader riferendosi all'opinione di quanti, nel corso dell'ultima riunione della banca centrale Usa, si sono detti favorevoli ad un ridimensionamento o addirittura ad un'interruzione del piano di acquisti della Fed sul secondario prima che venga raggiunto l'obiettivo di miglioramento delle condizioni del mercato del lavoro.

"C'è anche preoccupazione per la ripresa economica e poi su di noi iniziano a pesare i timori del dopo-voto, che ci sia cioè un risultato che lascia ampia incertezza", ha aggiunto citando l'odierno allargamento del differenziale Btp/Bund a 10 anni in direzione di 290 punti base.

Poco prima delle 10 il FTSE Mib arretra del 2,2%; i volumi si concentrano sul derivato con oltre 8.000 contratti scambiati.

Nel mirino delle vendite soprattutto i finanziari, in sintonia con l'andamento dei concorrenti europei; ma, fra i peggiori, si segnala anche MEDIASET. Resta forte TI MEDIA.

** AZIONARIO ITALIANO ** I prezzi delle azioni trattate sul mercato telematico italiano possono essere visualizzati con un doppio click sui seguenti codici ........

Segmento Blue Chip .................. Segmento Standard Classe 1 .......... Segmento Standard Classe 2 ..........   Continua...