Borsa Milano incerta, bene A2A e Parmalat, ritraccia Mediaset

mercoledì 20 febbraio 2013 12:50
 

MILANO, 20 febbraio (Reuters) - Piazza Affari si muove incerta come le altre borse europee, impegnate a consolidare i rialzi di ieri.

"E' un mercato apatico. Vediamo se i dati macroecomici Usa delle 14,30 ci faranno prendere una direzione o resteremo tutto il giorno così", commenta un operatore.

Dopo varie altalene tra segno più e segno meno, intorno alle 12,45 l'indice FTSE Mib scende dello 0,35%, come l'Allshare, con volumi modesti per meno di 800 milioni di euro.

Il futures sull'indice viagga tra la resistenza di 16.700/750 punti e il supporto a 16.500.

In Europa il benchmark FTSEurofirst perde lo 0,13% mentre i derivati Usa sono poco mossi.

* In luce A2A e PARMALAT che si contendono il primato del FTSEMib. "Non vedo ragioni specifiche per questi rialzi. I capitali che escono oggi da TELECOM (-2,5%) entrano in questi due titoli. E' un po' di rotazione in un mercato privo di spunti", dice l'operatore.

* Tonica ma sotto i massimi d'avvio LOTTOMATICA dopo che ieri i monopoli di Stato hanno revocato, a partire dal 20 marzo, la concessione delle videolotterie a BPlus, società che fa capo a Francesco Corallo. "BPlus è uno dei maggiori concorrenti di Lottomatica nelle videolotterie, la notizia fa bene al titolo", commenta un analista.

* Fiacche le banche in sintonia con il comparto europeo .

* Ritraccia MEDIASET (-2,6%) dopo il +5% di ieri. "Resterà un titolo volatile fino al voto", dice un analista. "Se ieri saliva su chi scommetteva su buoni risultati elettorali dell'azionista Berlusconi o su improbabili mosse a sopresa come un blind trust, oggi una spiegazione può venire dai timori di una regolamentazione più stringente su conflitto di interessi e tetti pubblicitari in caso di vittoria del centrosinistra. Si tratta solo di speculazioni che hanno pochi legami con i fondamentali della società".   Continua...