Borsa Milano migliore in Europa, chiude a +0,5% malgrado tonfo Mps

martedì 22 gennaio 2013 17:42
 

MILANO, 22 gennaio (Reuters) - Piazza Affari archivia la seduta in territorio positivo, mantenendosi un passo avanti rispetto alle controparti europee nonostante il forte calo accusato da Mps.

In mattinata a dar respiro ai listini del vecchio continente sono arrivati i dati decisamente superiori alle attese dell'indice Zew sulla fiducia degli investitori della Germania, che hanno contribuito a frenare un sell-off tecnico partito sull'indice tedesco Dax.

"Oggi non ci sono commenti particolari da fare sulla borsa se non sottolineare la forza del nostro indice, che ha sovraperformato l'Europa per tutto il giorno", commenta un trader.

Il FTSE Mib chiude in rialzo dello 0,48%, l'Allshare dello 0,47%. Volumi nel finale intorno a 2,6 miliardi di euro.

Il paniere europeo è piatto, con Francoforte in ribasso dello 0,7% e Parigi dello 0,6% circa. A Wall Street gli indici sono poco mossi in attesa di alcune importanti trimestrali.

* MPS affonda del 5,7% con volumi doppi rispetto alla media. A pesare sul titolo fin dalla mattinata sono state le indiscrezioni del Fatto Quotidiano su "Alexandria", un'operazione strutturata stipulata da Monte Paschi con Nomura nel 2009 che potrebbe portare - come poi confermato da una fonte vicina alla situazione - una perdita in bilancio di almeno 220 milioni di euro. Stamattina due note separate, una di Mps e una di Nomura, hanno dato alcune informazioni sul derivato.

* Tra gli altri bancari in lettera UBI, POP MILANO , INTESA SP mentre UNICREDIT chiude con il segno positivo (+0,5%). In Europa il settore cede lo 0,4%.

* Sul fronte opposto ben comprata FINMECCANICA (+4,7%) sulle ipotesi di accelerazione della vendita di Ansaldo Energia, sottolinea un trader. Piace al mercato anche la possibilità di una jv della controllata AgustaWestland con Embraer in Brasile. "La notizia sul Brasile è chiaramente positiva: AgustaWestland potrebbe così colmare un importante gap di presenza sullo scenario globale" commenta Banca Akros.

* In buon rialzo anche ENEL GREEN POWER, che balza del 4% circa dopo l'avvio di copertura da parte di SocGen con 'buy'.   Continua...