Borsa Milano prosegue tonica, corrono Mps e A2A, ritraccia Telecom

lunedì 28 gennaio 2013 12:36
 

MILANO, 28 gennaio (Reuters) - La borsa di Milano prosegue tonica, consolidando il rialzo di inizio mattina, migliore indice europeo. I mercati risentono positivamente del nuovo rally dello S&P500 Usa, anche se, oggi, sugli altri mercati, prevale la cautela degli investitori.

Attorno alle 12,30 l'indice FTSE Mib sale dello 0,44%, mentre l'AllShare avanza dello 0,45%. Il benchmark europeo FTSEurofirst è invariato.

Da Wall Street al momento giungono segnali di una previsione di avvio degli indici in lieve rialzo.

* Prosegue il rimbalzo di Mps che sale di circa il 5% a 0,2717 euro sempre fra intensi volumi che superano i 563 milioni di pezzi, pari al 4,8% dl capitale, recuperando gran parte della perdita innescata martedì scorso a seguito della pubblicazione sul Fatto Quotidiano di indiscrezioni su un'operazione di finanza strutturata durante la gestione Mussari. "Si tratta di un rimbalzo anche troppo sostenuto che ha preso un po' in contropiede", osserva un trader. Secondo Icbpi, "il ritorno di interesse degli investitori può essere associato, a nostro avviso, ai possibili cambi radicali di governance che l'attuale terremoto sulla banca può provocare nel medio periodo".

* In generale denaro su tutto il settore, bene BANCO POPOLARE che sale di oltre l'1%. Corre INTESA SP (+1,8%), bene anche UNICREDIT.

* Strappa A2A che balza di oltre il 4,68% a 0,47 euro. Il Sole di ieri riporta previsioni di un 2012 con un Ebitda oltre 1,03 miliardi di euro. "Si tratta di un dato in linea con la gran parte delle stime, ma la conferma di un ebitda sopra il miliardo di euro sta spingendo agli acquisti", sottolinea un analista di una banca d'affari italiana che sottolinea come il titolo "è alla ricerca di una spinta" per recuperare terreno rispetto ai livello attuali molto bassi.

* Tonica la galassia FIAT che balza dell'1,17% e FIAT INDUSTRIAL (+1,5%) in vista dell'annuncio dei risultati 2012 il 30 gennaio prossimo. Il consensus è intorno a un utile netto di 1,3 miliardi di euro.

* Debole AUTOGRILL che cede l'1% circa. TELECOM arretra dello 0,99% dopo le dichiarazioni del presidente Franco Bernabé a Reuters secondo cui il gruppo non punta a espandersi in America latina tramite acquisizioni. Indicazioni che, secondo Icbpi, "confermano il focus sulla crescita organica per le attività in America latina".

* Vendute anche PRYSMIAN e STM.   Continua...