Borsa Milano ritraccia e va in lieve calo,su Cairo effetto Santoro

venerdì 11 gennaio 2013 12:46
 

MILANO, 11 gennaio (Reuters) - Piazza Affari ripiega leggermente nel corso della mattinata nonostante il successo dell'asta di titoli di Stato e il nuovo restringimento dello spread Btp/Bund.

I trader parlano di banale ritracciamento dai recenti massimi in una seduta nel complesso piuttosto tranquilla.

"E' un fisiologico ritracciamento, scendiamo un po' più dei mercati europei per via del peso delle banche, che comunque erano salite moltissimo", dice un operatore.

Intorno alle 12,35 l'indice FTSE Mib cede lo 0,53%, l'Allshare lo 0,44%, volumi per 1,16 miliardi. Il derivato sul FTSEMib è in calo, non lontano dal supporto di 17.300; resistenza in area 17.600/700.

Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 perde lo 0,1% e anche i futures sugli indici Usa sono poco mossi.

* Ritracciano dunque i titoli bancari e finanziari dopo una buona partenza. "L'asta di Btp è andata benissimo sia sotto il profilo dei rendimenti che della richiesta. Sulle banche assistiamo solo a qualche realizzo", dice un trader.

* Si rafforza lentamente IMPREGILO, che prima dell'apertura di borsa ha annunciato la cessione dell'ultima quota detenuta in Ecorodovias.. Acquisti su PARMALAT, AUTOGRILL.

* Rimbalza ATLANTIA dopo la debolezza di ieri. Alcune fonti hanno detto ieri che il progetto di fusione con GEMINA non prevede un'offerta solo cash ma anche una importante parte in azioni per limitare l'impatto sul debito e tenere sotto controllo il rischio di un taglio del rating. "L'eventuale riduzione della quota cash sarebbe positiva anche sul fronte dividendo", commenta un analista.

* In calo di oltre il 4% PIRELLI dopo il downgrade a "sell" di Goldman Sachs che oggi prende di mira anche le concorrenti Continental e Michelin.   Continua...