Borsa Milano apre poco mossa, bene le banche, balza Finmeccanica

giovedì 10 gennaio 2013 09:22
 

MILANO, 10 gennaio (Reuters) - Piazza Affari apre poco mossa, consolidando i rialzi della vigilia. Tengono ancora i titoli bancari mentre corre Finmeccanica.

Sul fronte macro, la Bce comunicherà oggi le proprie decisioni sui tassi d'interesse. Secondo gli analisti il costo del denaro dovrebbe essere confermato allo 0,75%. Tuttavia, dalla conferenza stampa di Mario Draghi, gli investitori cercheranno di cogliere se vi siano possibilità di un allentamento nei prossimi mesi.

Lo spread apre sui livelli di ieri, a circa 280 punti base, con il mercato che punta il focus sulle aste in calendario oggi.

Intorno alle 9,15 il FTSE Mib cede lo 0,07% in linea con l'AllShare. L'indice benchmark europeo FTSEurofirst 300 cede lo 0,02%.

I bancari continuano a salire nei primi scambi. Guida il comparto MEDIOBANCA, seguita da UNICREDIT e INTESA SP. MPS dopo un balzo nei primi minuti ritraccia leggermente, pur rimanendo positiva.

Sugli scudi anche FINMECCANICA (+3%) dopo il balzo della vigilia. Oggi indiscrezioni stampa riferiscono che il gruppo coreano Doosan sarebbe favorito rispetto ai tedeschi di Siemens per la cessione di Ansaldo Energia, con la stessa Finmeccanica che avrebbe dato nuovo impulso alla trattativa.

FIAT è poco mossa. Ieri in serata Veba, azionista di minoranza di Chrysler, ha avanzato richiesta per la registrazione della partecipazione di Fiat in Chrysler Group presso le autorità competenti in Usa. La procedura costituirebbe un primo passo verso una nuova Ipo della casa automobilistica Usa.

In deciso calo DIASORIN, seguita da ATLANTIA che scende all'indomani dell'annuncio dell'avvio di contatti volti a verificare i presupposti per un'eventuale integrazione societaria con Gemina, che invece muove al rialzo.

Tra i titoli minori balza DMAIL entrando subito in asta di volatilità con rialzo teorico del +11,36%.   Continua...