Borsa Milano ritraccia su realizzi, banche restano in rialzo

lunedì 7 gennaio 2013 13:37
 

MILANO, 7 gennaio (Reuters) - Piazza Affari annulla i guadagni registrati in mattinata su fisiologiche prese di profitto in una giornata che vede il mercato concentrato sui bancari in scia all'allentamento delle norme sulla liquidità previste da Basilea 3.

Il settore del credito resta sugli scudi, in linea all'andamento in tutta Europa, ma l'indice della borsa milanese è zavorrato da energetici e utility.

"L'andamento positivo della mattinata era tutto merito dei bancari, ma guardando in modo più ampio a tutto il listino e considerando la performance delle borse europee nelle ultime sedute, le prese di profitto sono del tutto normali", dice un trader.

"Questo ritracciamento potrebbe proseguire per tutta questa settimana per poi far ripartire il mercato", aggiunge l'operatore secondo cui "l'unico tema vero del giorno è quello sulle norme di Basilea 3 per le banche, non vedo altri spunti".

Intorno alle 13,15 il FTSE Mib cede lo 0,1% e l'AllShare lo 0,16%. L'indice benchmark europeo FTSEurofirst 300 perde lo 0,2%. Sulla piazza milanese volumi per circa 1,5 miliardi di euro.

Il futures sul FTSE Mib inverte la tendenza positiva e cede a 16.940 punti, sopra il supporto di 16.800 punti. In leggero calo anche i derivati sugli indici di Wall Street lasciando intravedere anche per la borsa Usa una seduta di consolidamento dopo i recenti massimi.

* Tra gli istituti italiani vola anche oggi MPS, in rialzo del 7% con volumi scoppiettanti (7,2% del capitale). Secondo i trader proseguono le ricoperture alimentate dal sentiment positivo su tutto il comparto bancario europeo generato oggi dalla notizia sull'accordo per Basilea 3

"Anche se la banche italiane sono già in linea con i target di liquidità fissati da Basilea 3, alleggerimento dei parametri e la nuova tempistica più graduale sono pur sempre una buona notizia che ha un impatto positivo e allenta la pressione", commenta un trader.

"Bisogna considerare poi che si riduce l'attivo che deve essere allocato a titoli ad altissimo rating e questo è positivo per lo spread", aggiunge un altro operatore.   Continua...