Borsa Milano, rialzo in avvio trascinato da banche dopo accordo Basilea

lunedì 7 gennaio 2013 09:27
 

MILANO, 7 gennaio (Reuters) - Avvio in rialzo a Piazza Affari, la migliore tre le principali altre borse europee grazie al sostegno dei bancari che beneficiano del nuovo accordo sui requisiti di liquidità previsti da Basilea 3 per far fronte ad eventuali shock di mercato.

Il via libera raggiunto ieri dai governatori degli istituti europei, sulle cui attese già venerdì i titoli del settore avevano registrato buoni guadagni, prevede più tempo per le banche per adeguare gli standard di liquidità che entreranno in vigore come previsto a partire dal primo gennaio 2015 ma che saranno implementati a pieno regime gradualmente fino al 2019.

Oltre alla tempistica graduale sono stati introdotti paletti meno rigidi sul tipo di attivi considerati ad alta liquidità.

Intorno alle 9,20 il FTSE Mib sale dello 0,3% circa e l'AllShare dello 0,2%. L'indice benchmark europeo FTSEurofirst 300 è piatto. Il paniere europeo dei bancari è il migliore tra gli indici settoriali e sale sale dell'1,4%

* Tra gli istituti italiani vola MPS, in asta di volatilità con un teorico +12,16% dopo che venerdì era stata protagonista di un balzo del 12% per effetto di ricoperture legate al restringimento dello spread e al rialzo del tasso monetari.

Corrono tutte le altre banche con rialzi tra l'1,3% e il 3,9%: le big UNICREDIT e INTESA SANPAOLO sono in allungo rispettivamente a +3,5% e +2,8%.

"Il fatto che le autorità di vigilanza abbiano allentato le regole relative al 'liquidity cover ratio' è per le banche in generale positivo. Avranno più liquidità disponibile", commenta Alberto Gallo analista di Royal Bank of Scotland.

* L'indice principale della borsa milanese è frenato dalla debolezza dei titoli energetici.

  Continua...