Borsa Milano chiude in rialzo, balzano Gemina e Prelios

giovedì 27 dicembre 2012 17:52
 

MILANO, 27 dicembre (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in leggero rialzo, dopo aver annullato parte dei guadagni sull'acuirsi dei timori sul 'fiscal cliff': senza un accordo tra repubblicani e democratici l'aumento della pressione fiscale e il taglio alla spesa previsti per il 2013 potrebbero infatti trascinare l'economia statunitense verso la recessione.

Ad alimentare le preoccupazioni dei mercati questa volta sono state le parole del leader dei senatori repubblicani Harry Reid, che ha affermato che gli Stati Uniti sembra si dirigano verso il fiscal cliff.

L'indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo dello 0,46%, dopo aver guadagnato fino all'1%, mentre l'AllShare è salito dello 0,45%. Volumi per un controvalore di circa 1,3 miliardi di euro.

L'inquietudine per quanto sta succedendo al di là dell'Atlantico ha pesato su tutte le piazze europee, dove l'indice FTSEurofirst 300 ha chiuso in sostanziale parità.

* Positivi i titoli finanziari, decisamente meglio dei peer europei. INTESA SANPAOLO ha guadagnato l'1,39%, UNICREDIT lo 0,75%. Nella parte alta del listino troviamo POP MILANO (+2,54%), BANCO POPOLARE (+2,43%) e MONTEPASCHI (+2,66%). A livello europeo lo stoxx di settore segna +0,06%.

* Ancora acquisti su DIASORIN (+2,07%) dopo i massimi di quasi un anno e mezzo toccati la scorsa settimana.

* Vendute FIAT INDUSTRIAL (-0,84%), LUXOTTICA (-1,24%), STM (-0,83%) e IMPREGILO (-0,78%).

* GEMINA mette a segno un balzo del 32% a 1,058 euro sulla notizia della firma del decreto che rende efficace il contratto di programma di Aeroporti di Roma.   Continua...