Borsa italiana peggiore in Europa, toniche Impregilo, Telecom

venerdì 7 dicembre 2012 12:41
 

MILANO, 7 dicembre (Reuters) - Borsa in flessione sui minimi a Milano, dove i volumi sono assottigliati dalla festa del santo patrono della città. Come di consueto, il listino principale è zavorrato dai finanziari in un clima sfavorevole ai settori ciclici in tutto il Vecchio Continente, dopo che la Bundesbank tedesca ha abbassato le stime di crescita della prima economia della regione.

Piazza Affari accusa perdite superiori al benchmark europeo , leggermente cedente dopo aver toccato i massimi di diciotto mesi ieri. Continua a pesare l'incertezza politica nel giorno in cui la fiducia degli italiani nel presidente del Consiglio Mario Monti ha toccato i minimi dall'insediamento a Palazzo Chigi secondo il sondaggio settimanale Swg.

Intorno alle 12,35 il FTSE Mib cede un abbondante punto percentuale a 15.660 con volumi per 660 milioni di euro circa. Lo spread viaggia sopra i 330 punti base. Non aiutano i derivati sugli indici a Wall Street, leggermente cedenti.

* Sprint delle azioni privilegiate EXOR dopo indiscrezioni stampa secondo le quali sarebbe al vaglio la conversione in ordinarie ( -0,65%).

* IMPREGILO guadagna oltre il 3% all'indomani dell'annuncio del piano industriale per il periodo 2013-2015, che secondo alcuni broker presenta degli obiettivi "aggressivi".

* Dopo un andamento a due velocità in mattinata per TELECOM ITALIA e per TELECOM ITALIA MEDIA anche la controllata media cerca di sintonizzarsi al denaro della capogruppo ma finisce per essere solo volatile. Ieri il consiglio fiume di Telecom si è concluso con un mandato al management per negoziare con la Cassa Depositi e Prestiti una sua eventuale partecipazione al capitale di una società per la gestione della rete di accesso.

"Questo dovrebbe essere positivo per la società ma dipenderà dai termini della partecipazione e dalle condizioni dell'accordo", ha detto Robin Bienenstock, analista di Sanford C Bernstein.

Il management dovrà invece cercare di spuntare condizioni migliori con i pretendenti di Telecom Italia Media perchè le offerte giunte finora - da parte della coppia di fondi Clessidra-Equinox e, per i soli asset televisivi, da Cairo Communication - sono state considerate inadeguate.

* Relativa tenuta per titoli, tipicamente difensivi, dell'alimentare come PARMALAT e CAMPARI.   Continua...