Borsa Milano parte in lieve calo, giù Mps e Banco Popolare

mercoledì 28 novembre 2012 09:14
 

MILANO, 28 novembre (Reuters) - Avvio di seduta all'insegna di una moderata debolezza per Piazza Affari, in linea con il resto d'Europa e sulla scia della chiusura negativa di Wall Street dopo i commenti rilasciati dal leader della maggioranza al Senato americano Harry Reid sull'assenza di progressi nei colloqui sul 'fiscal cliff'.

Intorno alle 9,10 l'indice FTSE Mib cede lo 0,15% e l'Allshare lo 0,11%.

Il benchmark europeo FtsEurofirst 300 arretra dello 0,17%.

BANCO POPOLARE cede quasi il 2% dopo che Moody's ha posto in revisione i rating per un possibile downgrade.

Tra le banche venduta anche MPS con un calo superiore al 2%. Il Cda ha dato il via libera all'emissione dei cosiddetti Monti bond fino a 3,9 miliardi, valore superiore di 500 milioni rispetto a quanto precedentemente comunicato.

Lettera anche su MEDIASET che perde quasi due punti percentuali.

Sul fronte positivo mostra un moderato rialzo LUXOTTICA , che ieri sera ha annunciato un accordo in base al quale sottoscriverà un aumento di capitale che la porterà a detenere una partecipazione del 36% di Salmoiraghi & Viganò, per un controvalore complessivo di 45 milioni di euro.

  Continua...