Borsa Milano debole con Europa, brilla A2A, debole Prysmian

lunedì 26 novembre 2012 11:59
 

MILANO, 26 novembre (Reuters) - Con gli occhi puntati sul meeting dei ministri delle Finanze della zona euro che parlerà della situazione della Grecia, Piazza Affari sceglie la via della prudenza ripiegando dopo i recenti rialzi a braccetto con le altre piazze europee.

"C'è il meeting dei ministri delle Finanze oggi, si aspetta quello", commenta un trader.

Intorno alle 11,50 l'indice FTSE Mib cede lo 0,29%, l'Allshare lo 0,34%. Volumi decisamente scarni e pari a 361 milioni di euro. In linea i ribassi di Londra, Francoforte e Parigi.

* A2A è il titolo migliore del listino principale. "E' premiata per il successo del bond", commenta un trader. Oggi Banca Akros ha promosso il titolo ad 'ACCUMULATE' da 'HOLD' ritenendo che il piano industriale presentato a inizio mese abbia target raggiungibili e che il tema della riduzione e del rifinanziamento del debito sia superabile con le cessioni e l'emissione del bond. Per dettagli

Il titolo, che in mattinata ha sfiorato +4%, guadagna il 3,58% con volumi notevoli: gli scambi odierni già sono pari alla media dell'ultimo mese sull'intera seduta.

* Debole PRYSMIAN : Mediobanca ha tagliato il giudizio a 'NEUTRAL' da 'OUTPERFORM' ma soltanto perché ritiene che agli attuali livelli il titolo abbia poco potenziale di rialzo. "Consideriamo Prysmian una delle storie migliori nell'universo dei beni capitali in termini di visibilità degli utili e di gestione", scrive l'analista Alessandro Tortora nel report.

* Andamento opposto per FIAT e FIAT INDUSTRIAL . La prima sale di oltre 1% in un settore europeo debole e dopo la riapertura del bond garantito 2016 con un incremento dell'ammontare. Fiat Industrial cede per contro oltre 1% nel giorno dell'accordo definitivo per la fusione con Cnh. EXOR ha dichiarato che intende mantenere la sua quota sopra la soglia dell'Opa, spegnendo qualsiasi appeal speculativo sul titolo.

* Debole l'energia, contrastati i bancari.

* Nuovo balzo a due cifre per RCS all'indomani del vertice tra l'AD Pietro Scott Jovane e i consiglieri sul piano industriale. Il titolo è in asta di volatilità con un prezzo indicativo di 1,43 euro rispetto al riferimento di venerdì di 1,22.

* Cedente la JUVENTUS che, dopo la sconfitta con il Milan di ieri, sente il fiato sul collo dell'Inter nella lotta per il primo posto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia