RPT - Borsa Milano, proseguono prese di profitto, pesanti banche

venerdì 23 novembre 2012 12:44
 

(precisa che contratti Saipem per 500 milioni dollari sono stati resi noti oggi)

MILANO, 23 novembre (Reuters) - Piazza Affari prosegue in ribasso, con volumi contenuti e un sentiment sottotono in scia alle persistenti incertezze sullo sblocco degli aiuti alla Grecia e alla mancata approvazione del bilancio Ue 2014-2020.

"C'è disappunto per i risultati dell'incontro sul bilancio europeo, anche se i bassi livelli dello spread Btp-Bund (337 punti) segnalano come i timori sulle prossime decisioni di Bruxelles non siano poi così accentuati" commenata un trader.

Anche oggi gli scambi sono limitati a causa della chiusura anticipata di Wall Street.

Più in generale, dalle sale operative segnalano la mancanza di market mover di rilievo. "Stimiamo che il lieve calo dei mercati sia legato in prevalenza alle prese di beneficio degli investitori dopo i rialzi evidenziati in settimana" commenta Vincenzo Longo, analista di IG.

Attorno alle 12, il FTSE Mib cede lo 0,3% come l'Allshare. Anche il derivato perde terreno, mentre i volumi si attestano a circa 400 milioni.

In Europa, il paniere FTSEurofirst scivola dello 0,07%.

* I ribassi del comparto bancario zavorrano il listino principale. MPS è fanalino di coda, seguita da POP EMILIA, MEDIOBANCA e UBI. INTESA SP e UNICREDIT perdono circa mezzo punto. BANCO POPOLARE scivola dopo il taglio del target da parte di SocGen. In lettera anche lo stoxx europeo.   Continua...