Borsa Milano arretra, zavorrano banche dopo Moody's, Fiat

martedì 20 novembre 2012 12:44
 

MILANO, 20 novembre (Reuters) - Piazza Affari perde leggermente più di Parigi a metà seduta dopo che Moody's ha declassato il merito di credito sovrano francese. Pesa, secondo un operatore, la conferma dell'outlook negativo sulle banche tricolori che, a dispetto di una capitalizzazione assottigliata, continuano a condizionare l'andamento del listino milanese.

POP MILANO, MPS, BANCO POP e INTESA SANPAOLO lasciano sul campo da un minimo di 1,8% ad un massimo di 2,6% deprimendo il FTSE Mib, in ribasso dello 0,6% e sintonizzandosi all'andamento negativo del comparto a livello europeo. Zavorra anche FIAT, declassata insieme a EXOR da Ubs a "neutral" da "buy", all'indomani di una seduta sugli scudi. Volumi per di circa mezzo miliardo di euro.

Contestualmente, il benchmark europeo FTSEurofirst 300 viaggia poco variato.

Restando nel settore automotive, FIAT INDUSTRIAL estende i guadagni della vigilia innescati dall'offerta migliorativa del 25,6% a favore delle minoranze della controllata Cnh nell'ambito dell'operazione di integrazione.

Fuori dal paniere principale svetta CAMFIN, sostenuta dell'evoluzione delle ipotesi di riorganizzazione della catena di controllo che conduce a Pirelli. . Sugli scudi KINEXIA dopo l'accordo strategico siglato ieri con Todini Finanziaria per lo sviluppo di iniziative congiunte nel settore della valorizzazione energetica dei residui organici e gli obiettivi del piano industriale 2013-2015 resi noti in mattinata . Affonda, viceversa, RCS, estendendo per perdite di ieri.

** AZIONARIO ITALIANO ** I prezzi delle azioni trattate sul mercato telematico italiano possono essere visualizzati con un doppio click sui seguenti codici ........

Segmento Blue Chip .................. Segmento Standard Classe 1 .......... Segmento Standard Classe 2 ..........   Continua...