Borsa Milano chiude debole su incertezze Grecia, mercato volatile

lunedì 12 novembre 2012 17:49
 

MILANO, 12 novembre (Reuters) - Piazza Affari chiude in calo
una seduta caratterizzata da un'alta volatilità e da volumi
contenuti. Gli occhi degli investitori sono rimasti puntati
sugli esiti del meeting dell'Eurogruppo, con il mood depresso
anche dai timori sul 'fiscal cliff' oltreoceano.
    Focus dell'incontro di Bruxelles è la situazione della
Grecia, anche se dal meeting non dovrebbero emergere spunti
particolari. Non è attesa la smobilitazione di nuovi fondi per
Atene a causa della mancanza di accordi su come rendere il
debito greco più sostenibile. Tuttavia, l'Eurogruppo potrebbe
concedere alla Grecia ancora due anni - come raccomanda la
troika - per centrare i propri obiettivi.
    "Più probabilmente comunque le decisioni chiave slitteranno
a mercoledì, giorno in cui è stata convocata una nuova sessione
a Bruxelles" dice un trader.
    L'effetto del clima attendista non ha un impatto positivo
sul listino milanese, dove si osserva "un vero e proprio
stillicidio. I grandi investitori sono spariti dall'azionario e
il mercato lo fanno i day trader" aggiunge il dealer. "Per nuovi
e più significativi sviluppi aspettiamo Obama sul fiscal cliff".
    In mattinata un altro operatore aveva notato che,
"escludendo il balzo di Telecom, Piazza Affari appare sottotono
e in balia di un mood speculativo".
    L'indice FTSE MIB chiude in ribasso dello 0,39%
mentre l'Allshare cede lo 0,42%. Si sono scambiati
volumi per un controvalore di 1,12 miliardi di euro. 
    Il benchmark europeo FTSEurofirst scivola dello
0,16%.     
    
    * Le banche terminano la seduta negative, eccetto MEDIOBANCA
 (+0,18%), in scia alla risalita dello spread Btp-Bund
in area 370 punti base. UNICREDIT cede lo 0,3%, mentre
INTESA SP è in calo dell'1,32%. 
    * Quotazioni in grande spolvero per TELECOM ITALIA 
(+5,72%), che ha esteso i guadagni di venerdì spinta dalla
notizia di un interesse di Naguib Sawiris, ex patron di Wind a
cui fa capo la holding di investimenti Orascom. "Il mercato
mostra deciso apprezzamento per l'interesse di Sawiris nella
società tlc" dice un trader. 
    * Ben comprate, dopo le revisioni degli analisti di SocGen
su giudizio e target price, ATLANTIA e TERNA.
Sulla prima, l'istituto ha migliorato il giudizio a 'buy' da
'hold', mentre su Terna SogGen ha aumentato il prezzo obiettivo
a 3,1 euro da 3. 
    * Tonico il lusso, con FERRAGAMO che chiude a
+1,72% in attesa dei risultati, TOD'S in rialzo dello
0,71% e LUXOTTICA a +0,38%. 
    * PIRELLI si mette in luce sul listino principale,
in attesa dei conti del trimestre. "Aiutano le attese ottimiste
per i risultati" commenta un trader che però aggiunge "In questo
momento non comprerei Pirelli visti i precedenti negativi degli
altri gruppi del comparto dopo i conti. Si potrebbe ipotizzare
che il titolo abbia già scontato le critiche degli analisti in
scia alle performance delle 'peer' di settore e che quindi in
ogni caso i risultati saranno quanto meno in linea con le
attese. Tuttavia rimango cauto su Pirelli, visti anche i volumi
contenuti, sintomo di movimenti speculativi".
    * Rimane in denaro PRELIOS (+2,69%) in vista
dell'approvazione del piano di salvataggio che dovrebbe arrivare
domani con il Cda, che approverà anche i conti trimestrali.
 
    * Chiude fanalino di coda CAMPARI (-5,86%) dopo i
risultati del trimestre. Sul mercato italiano, pari al 30,4% del
giro d'affari totale, il gruppo ha visto un decremento delle
vendite dell'1,3% a 282,8 milioni. 
    * Dopo un breve passaggio in positivo, in seguito ai
risultati, termina la seduta in rosso ENEL GREEN POWER 
(-0,39%).
    * FONDIARIA SAI beneficia poco della revisione
positiva del giudizio da parte di Standard & Poor's venerdì sera
e chiude in calo del 2,52%. "Mi sarei atteso una reazione
migliore in scia alla notizia, la prima positiva per il gruppo
in tre anni, che poteva essere letta come l'inizio di una
ripresa" commenta un trader. 
    * In seguito al rally della scorsa settimana, ritracciano
FINMECCANICA e A2A.
    * RCS accelera al ribasso, scivolando in chiusura a
-6,06%, dopo i conti del trimestre. 
    * Continuano gli acquisti su ARENA (+17,19%) in
scia alla notizia della scorsa settimana, secondo cui il giudice
delegato alla procedura di concordato preventivo, proposto il 21
giugno, ha dato atto dell'avvenuta approvazione da parte dei
creditori. 

  
     
     Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia 
    

        ** AZIONARIO ITALIANO **
I prezzi delle azioni trattate sul mercato telematico italiano 
possono essere visualizzati con un doppio click sui seguenti 
codici ........   
                  
                
Segmento Blue Chip .................. 
Segmento Standard Classe 1 .......... 
Segmento Standard Classe 2 .......... 
     
Market statistics................................ 
20 maggiori rialzi (in percentuale).............. 
20 maggiori ribassi (in percentuale)............. 
    
Indice FTSE IT Allshare 
Indice FTSE Mib.......  
Indice FTSE Italia Star 
Indice FTSE Italia Mid Cap... 
Indice FTSE Italia Small Cap 
Indice FTSE Italia Micro Cap. 
Guida per azionario Italia.... 
    
    ** DERIVATI DI BORSA ** 
Futures su FTSE Mib..........<0#IFS:>
Mini FTSE Mib.................<0#IFM:>
Guida a futures e opzioni.... 
Guida a opzioni..............  
    ** BORSE EUROPEE **
 Commento su titoli europei ........ 
 Speed guide borse europee.......... 
 Indici pan europei ........ 
 Dati analitici paneuropei... 
 Indice FTSEurofirst 300.......... 
 Indice Stoxx..................... 
 Indice Eurostoxx................. 
 Maggiori rialzi/ribassi settori Stoxx ........ 
 Maggiori rialzi/ribassi settori Eurostoxx..... 
 10 maggiori rialzi/ribassi titoli Stoxx....... 
 10 maggiori rialzi/ribassi titoli Euro Stoxx.. 
 25 maggiori rialzi europei......... 
 25 maggiori ribassi europei........ 
 25 titoli più attivi in valore ....