Borsa Milano prosegue debole, giù banche, bene Telecom e Finmeccanica

venerdì 9 novembre 2012 12:28
 

MILANO, 9 novembre (Reuters) - Piazza Affari è in calo al giro di boa in una seduta che risente degli effetti delle trimestrali. Pesa sui mercati anche l'incertezza sull'andamento dell'economia a livello globale e, nello specifico, nella zona euro.

"La volatilità si è molto ridotta sulle borse e i mercati sembrano appesi in attesa di capire che cosa farà la Spagna - se chiederà o meno gli aiuti", osserva un broker.

Intorno alle 12,30 l'indice FTSE Mib cede lo 0,65%, così come l'Allshare. Volumi pari o poco più di 600 milioni di euro. A Wall Street i futures indicano un avvio piatto questo pomeriggio.

Il clima di incertezza penalizza soprattutto le banche, deboli in tutta Europa (stoxx settoriale -1,7%), con le big INTESA e UNICREDIT in calo rispettivamente dell'1,7% e del 2,2%. va peggio MEDIOBANCA che cede oltre il 3%.

* Per contro sempre spumeggiante TELECOM che avanza di oltre il 3% dopo l'annuncio dei dati sui nove mesi in linea con le attese e la conferma degli obiettivi 2012. L'indice delle tlc europeo cede lo 0,4%. Nella conference call in corso il Cfo ha annunciato che le offerte vincolanti per la cessione Ti Media sono attese entro la prima settimana di dicembre.

* Si mantiene positiva A2A <A2,MI> all'indomani del piano industriale a tre anni che prevede la riduzione dell'indebitamento netto di 1,4 miliardi E dei dati del terzo trimestre migliore delle attese. "Sul titolo c'era molto scoperto ed ha perso il 47% dall'inizio dell'anno, pertanto un recupero ci sta", osserva un broker.

* GENERALI perde l'1,3% dopo i conti dei nove mesi, allineandosi all'andamento dello stoxx di settore. E' in corso la conference call sui conti.

* Forte FINMECCANICA che avanza del 3,4% dopo l'annuncio dei risultati ieri sopra le attese.

* In rosso Prysmian che prosegue il trend avviato ieri, dopo la pubblicazione dei risultati dei primi nove mesi.   Continua...