Ipo Savino Del Bene, Nomura vede valore equity a 310-390 mln

lunedì 4 novembre 2013 18:35
 

MILANO, 4 novembre (Reuters) - Savino Del Bene, la società di logistica che punta ad approdare sull'Mta il prossimo 6 dicembre, potrebbe valere tra i 310 e i 390 milioni secondo Nomura.

E' quanto emerge dall'equity research predisposto dalla banca che agisce come global coordinator dell'Ipo assieme a Mediobanca e Mps Capital Services, e che Reuters ha avuto modo di consultare.

Secondo una fonte a conoscenza del dossier la valutazione di Mediobanca è invece inferiore. "E' un po' più bassa nelle stime" rispetto a quella di Nomura, spiega.

Una terza fonte vicina all'operazione spiega che la valorizzazione della società si aggira sui 300-350 milioni.

Altre due fonti vicine all'operazione ritengono che l'Opvs frutterà circa 100 milioni di euro, che corrisponderebbe a una capitalizzazione della società di circa 300 milioni.

"Con Kuehne+Nagel, Panalpina e DSV come ovvi peer quotati, crediamo che la valutazione dovrebbe essere più vicina a quella di DSV", scrive Nomura, spiegando che la valutazione delle altre due società riflette anche la forza della valuta, il franco svizzero.

Il broker spiega di aver utilizzato principalmente il metodo DCF (Discounted cash flow), incrociato con i mulltipli P/E ed EV/Ebitda.

"Questo ci dà una forchetta di valutazione tra i 310 e i 390 milioni di euro per l'equity", si legge nel report.

La società punta a collocare circa il 31% del capitale, derivante per quasi il 40% da un aumento di capitale e per poco oltre il 60% dalla vendita di quote da parte degli attuali azionisti.   Continua...