Buyout, private equity in corsa per francese Elior, deal da 4 mld euro

mercoledì 20 febbraio 2013 13:11
 

LONDRA, 20 febbraio (Reuters) - I big del private equity hanno messo in cantiere l'acquisizione della società francese attiva nella ristorazione collettiva Elior, un'operazione da 4 miliardi di euro.

Charterhouse Capital Partners ha deciso di vendere Elior nel novembre scorso e reclutato Credit Agricole, Hsbc e Rothschild come adviser.

Secondo alcune fonti bancarie, BC Partners e Cvc Capital Partners sono interessate al deal e potrebbero unire le forze.

Le fonti aggiungono che anche Blackstone e Clayton Dubilier Rice sono in corsa per Elior.

Tutte le parti coinvolte non hanno voluto commentare.

Charterhouse ha acquisito Elior nel 2006 per 2,5 miliardi di euro. All'operatore di private equity britannico fa capo il 62,3% del capitale; Robert Zolade, fondatore di Elior, controlla il 24,7%; Chequers Capital ha in portafoglio il 7,8%; il restante 5,2% è in mano a vari investitori.

Le banche stanno lavorando a un finanziamento di circa 2 miliardi, segno che nel mercato dei buyout a leva è tornata la fiducia.

Secondo le fonti, in particolare, Credit Agricole e Hsbc stanno preparando uno staple financing per consentire ai potenziali acquirenti di finanziare l'operazione.

La transazione riguarda anche l'Italia. Dopo aver acquisito, nell'aprile scorso, Gemeaz Cusin, Elior - che opera nel nostro paese attraverso Elior Ristorazione - è il numero uno nella ristorazione collettiva, con circa 800 milioni di fatturato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia