Anima punta in 2015 a 50 mld masse, Ebitda a 130 mln

martedì 19 febbraio 2013 15:25
 

* Piano in continuità, vuole fare acquisizioni

* Si lavora a partnership con gruppo estero

* Azionariato visto stabile

MILANO, 19 febbraio (Reuters) - Anima, oggi il quinto gruppo di risparmio gestito in Italia con oltre 40 miliardi di patrimonio, punta ad aumentare le masse a 50 miliardi entro il 2015, portando l'Ebitda a 130 milioni dai 110 milioni di fine dell'anno scorso.

Questi gli obiettivi del nuovo piano industriale 2013-2015 che, nel segno della continuità, conferma il ruolo aggregante del gestore. La novità è che il management sta lavorando ad una partnership con un player estero "per governare nuove asset class e aree geografiche lontane da noi", ha detto l'AD Marco Carreri incontrando oggi i giornalisti.

Massimo riserbo, tuttavia, sul potenziale partner e sulle sgr nel mirino di acquisizioni.

"L'elenco delle banche italiane con una sgr di non grandi dimensioni è sotto gli occhi di tutti", ha detto Giuseppe Zadra, presidente di Asset Management Holding (AM Holding), a cui Anima sgr fa capo, precisando che la tattica è quella di aspettare che siano le stesse banche che vogliono vendere a farsi avanti.

In questo senso "l'operazione Creval ha fatto aumentare l'attenzione su Anima", ha detto il presidente di Anima sgr Maurizio Biliotti, riferendosi all'alleanza con l'istituto valtellinese, operativa dal 31 dicembre 2012.

L'azionariato di AM Holding sembra destinato a restare stabile, almeno per il momento. L'operatore di private equity Clessidra, socio con il 37%, "per sua natura non ha bisogno di rientrare dell'investimento, può giocare con opportunismo e puntare alla massimizzazione del valore", ha spiegato Zadra. Mps ha valutato di non dismettere il suo 22,7%. "Se vendono noi devono poi costruire con altri lo stesso rapporto", ha aggiunto. Fra gli altri azionisti figurano Bipiemme (35,3%) e Credito Valtellinese (2,8%), rispettivamente secondo e terzo collocatore dei fondi Anima dopo Mps.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia