PUNTO 1 - Impregilo, Amber sale al 5,096% dal 2,189%

giovedì 19 aprile 2012 17:54
 

(aggiunge background)

MILANO, 19 aprile (Reuters) - In attesa dell'assemblea sul bilancio di Impregilo, da cui il mercato si aspetta un possibile scontro tra i due maggiori soci Gavio e Salini, un terzo attore - Amber Capital - ha rafforzato la sua posizione salendo al 5,096% del capitale.

L'operazione, secondo quanto emerge dalle comunicazioni Consob sulle partecipazioni rilevanti, è datata 10 aprile. Amber aveva in portafoglio il 2,189% del capitale di Impregilo dal 12 marzo scorso.

Impregilo è nelle mire di Salini, il gruppo di costruzioni romano che è recentemente salito oltre il 25% del capitale e che ha più volte ribadito di voler perseguire il progetto di dar vita ad un campione nazionale del settore.

I piani di Salini si contrappongono tuttavia a quelli del gruppo Gavio, sotto il cui cappello sono passate tutte le quote di Igli (il veicolo che detiene il 29,96% di Impregilo).

I due gruppi potrebbero arrivare al confronto diretto in occasione dell'assemblea chiamata ad approvare il bilancio 2011 di Impregilo, convocata per il 27 aprile e il 3 maggio e a cui anche Amber arriverà forte del suo 5%.

In attesa dell'appuntamento assembleare, Salini presenterà intanto lunedì 23 i suoi progetti alla comunità finanziaria.

Nel frattempo domani 20 aprile - secondo quanto riferito da una fonte - si riunirà un Cda di Impregilo per la convocazione dell'assemblea straordinaria chiamata a deliberare su una proposta di modifica dello statuto in tema di modalità di nomina del consiglio di amministrazione, pensata nell'ambito di una più generale rivisitazione della governance del general contractor. La proposta prevede l'assegnazione di un numero maggiore di consiglieri alle liste di minoranza.

Ieri Impregilo ha annunciato le dimissioni di Giovanni Castellucci e Fabio Cerchiai, rappresentanti di Atlantia, a far data dall'assemblea di bilancio. Castellucci ha inoltre comunicato le proprie dimissioni dalla carica di vicepresidente con decorrenza immediata. Atlantia e Fondiaria-Sai nei mesi scorsi hanno ceduto le loro quote del 33% ciascuno in Igli al gruppo Gavio.   Continua...