PUNTO 2-Unicredit, Fondazione Crt scende a 2,5% da 3,8% capitale

venerdì 4 gennaio 2013 18:48
 

(Aggiunge dichiarazione fonte, background)

MILANO/TORINO, 4 gennaio (Reuters) - Fondazione Crt è scesa al 2,507% del capitale di Unicredit dal 3,856% che deteneva al 10 febbraio scorso.

E' quanto emerge dalle comunicazioni Consob sulle partecipazioni rilevanti con data 21 dicembre 2012.

Una fonte vicina all'ente torinese spiega che si tratta di "una progressiva limatura che si è sviluppata nel corso dell'anno". Una seconda fonte vicina alla situazione sottolinea che la partecipazione in UniCredit resta per la Fondazione Crt "strategica".

All'ultima assemblea di UniCredit dello scorso 11 maggio, Fondazione Crt era ancora presente a libro soci con il 3,856%. In occasione dell'aumento di capitale di inizio 2012, Fondazione Crt aveva sottoscritto l'intera quota di sua pertinenza, diversamente da altre fondazioni come Cariverona o Manodori che avevano aderito solo parzialmente. Inoltre Fondazione Crt ha anche partecipato alla precedente operazione cashes.

La partecipazione è detenuta per l'1,594% come diretta proprietà e per lo 0,913% come prestatore senza diritto di voto. Su quest'ultimo punto la fonte sottolinea che si tratta di "un'operazione di tesoreria a breve termine".

In precedenza la quota senza diritto di voto era pari allo 0,506%.

Fondazione Crt cede quindi lo scettro italiano degli azionisti UniCredit a Fondazione Cariverona, ora primo socio domestico con il 3,534%, seguito da Carimonte Holding con il 3,013% e da Delfin, che fa capo a Leonardo Del Vecchio, con il 2,005%.

Il fondo di Abu Dhabi Aabar è il primo azionista con il 6,5%, seguito dal fondo Pamplona con il 5,011%. Tra i soci con più del 2% anche Capital Research and Management con il 2,732% e Allianz con il 2,016%.   Continua...