Derivati Milano, attesa domani sentenza storica in processo banche

martedì 18 dicembre 2012 11:58
 

* Prima sentenza penale su derivati pubblica amministrazione

* Pm chiede condanna Deutsche Bank, Depfa, Jp Morgan, Ubs

* Ipotesi costi occulti per 100 milioni euro a danno Comune

* Comune e banche hanno già raggiunto accordo su procedimento civile

di Silvia Aloisi e Giulio Piovaccari

MILANO, 18 dicembre (Reuters) - Potrebbe arrivare domani l'atto finale del processo di primo grado sui derivati del Comune di Milano, con le sentenze sulle quattro banche e le 13 persone fisiche coinvolte con l'accusa di truffa.

Con derivati in Italia per un controvalore di circa 36 miliardi di euro e 600 enti locali coinvolti (secondo le stime ufficiali del Tesoro), l'esito del processo - il primo a livello penale di questo genere - potrebbe rappresentare un passaggio storico per le numerose cause legali in corso in un settore, quello della finanza locale, i cui tempi d'oro sono ormai un lontano ricordo.

"Se il verdetto fosse di colpevolezza sarebbe un precedente abbastanza pericoloso per le banche" afferma l'avvocato Tommaso Iaquinta, impegnato nella difesa di altre amministazione locali in Italia in cause simili a quella milanese.

"È un processo decisivo, molti comuni e molti istituti finanziari stanno attendendo la sentenza per capire quali armi hanno in mano. Se la sentenza dovesse essere positiva per il Comune, molte banche cercheranno di negoziare perché temono il contenzioso" aggiunge Fabio Michele Amatucci, docente di economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche all'Università Bocconi, secondo cui i dati del Tesoro potrebbero sottostimare una realtà che riguarderebbe invece 1.500 enti locali e circa 45 miliardi di euro di sottostante.   Continua...