Borsa Milano chiude in rimbalzo, focus rimane su sviluppi politici

mercoledì 27 febbraio 2013 18:04
 

MILANO (Reuters) - Gli indici di Piazza Affari chiudono la seduta in rimbalzo, dopo le performance disastrose della vigilia, aiutati in parte dall'esito positivo dell'asta sui Btp a cinque e dieci anni.

"E' in atto un rimbalzino dopo il crollo di ieri" nota brevemente un trader.

Sul finale di seduta l'azionario milanese vede un ulteriore rafforzamento in scia alle parole di Ben Bernanke, dicono i trader. In un discorso alla Camera nel pomeriggio, il presidente Fed ha ribadito quanto già dichiarato ieri: l'istituto centrale Usa non intende cambiare le politiche di allentamento monetario in atto né permettere l'introduzione di tagli alla spesa.

"Il discorso di Bernanke ha di sicuro contribuito al rafforzamento della borsa. Vero è negli ultimi giorni il presidente Fed ha cercato di fare capire questa intenzione in tutti i modi. Ma repetita iuvant" dice il dealer.

In generale comunque la "ripresina" di oggi è vista da alcuni operatori come un "fuoco di paglia" non destinato a durare. "Si continueranno a monitorare da vicino gli sviluppi politici italiani. In questo momento, l'ipotesi di un governo di grande coalizione, seppur non rappresenti una scelta duratura e stabile, rimane l'unica in grado di scongiurare uno stallo politico che bloccherebbe il Paese" dice Vincenzo Longo, market strategist di IG.

Nel frattempo lo spread fra titoli di stato italiani e tedeschi a dieci anni termina la giornata leggermente sotto i livelli dell'apertura, a 336 punti base.

L'indice FTSE Mib sale in chiusura dell'1,77%, l'Allshare dell'1,61%. Volumi pari a 2 miliardi di euro. L'indice paneuropeo Ftseurofirst 300 guadagna lo 0,95%.

 
Un trader durante una seduta di borsa. REUTERS/Lisi Niesner