Borse Asia Pacifico rimbalzano dopo calo vigilia su commenti Fed

mercoledì 27 febbraio 2013 09:02
 

TOKYO (Reuters) - L'azionario asiatico è rimbalzato dopo il calo di ieri, grazie al rinnovato impegno dichiarato dalla Fed per le misure di stimolo all'economia in modo da tenere sotto controllo eventuali ripercussioni sugli Usa dall'esito inconcludente delle elezioni italiane.

L'indice MSCI dell'Asia-Pacifico guadagna lo 0,56%. L'apprezzamento dello yen, invece, penalizza Tokyo, non compresa nell'indice, che chiude a -1,27%.

"Senza nessuna indicazione di risposta, la grande domanda è per quanto tempo il governo italiano resterà in questo stato di impasse. E quindi per quanto tempo i mercati soffriranno", spiega Edward Bland di Duncan Lawrie Private Bank.

L'iniezione di fondi da parte della banca centrale, che ha allentato i timori di una politica restrittiva, aiuta HONG KONG che ieri era finita sui minimi di molti mesi. Positiva anche SHANGHAI.

Spunti su singole blue-chip spingono al rialzo SINGAPORE, mentre SEUL è aiutata dallo yen più forte con gli investitori che vendono i titoli auto giapponesi a favore di quelli coreani.

I produttori di pc aiutano TAIWAN con l'indice di settore in rialzo dell'1,33%.

Banche e titoli minerari guidano il rialzo di SYDNEY, mentre MUMBAI risale dai minimi di tre mesi segnati ieri. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia