Finmeccanica, Safran interessata ad attività aerospaziali di Avio

giovedì 21 febbraio 2013 09:21
 

PARIGI (Reuters) - Il gruppo francese Safran si è detto interessato alle attività aerospaziali di Avio.

"C'è una forte complementarietà tra le nostre attività e le loro e potrebbe assolutamente essere una opportunità interessante", ha detto l'AD Jean-Paul Herteman nel corso di una conference call.

Il manager ha anche aggiunto che Safran non ha "ancora" avviato discussioni esplorative su questo.

Safran ha appena diffuso i risultati del 2012 con una crescita dell'utile operativo del 24%.

Lo scorso 21 dicembre la conglomerata Usa General Electric ha raggiunto l'accordo per l'acquisizione della divisione aeronautica di Avio per 3,3 miliardi di euro, acquistando sia la quota di Cinven e dei suoi soci, pari a circa l'81%, sia la quota di Finmeccanica, pari a circa il 14%.

La società aerospaziale italiana, che fornisce componenti per il motore dell'Eurofighter Typhoon oltre a essere fornitrice della stessa GE e di Rolls Royce Holdings Plc, era stata acquisita dal fondo di private equity Cinven nel 2006, con un'operazione che valutava la società 2,6 miliardi di euro.

Per Avio, oltre a General Electric, era in corsa anche Safran che, secondo una fonte, si era però detta interessata a tutte le attività e non solo all'aerospazio.

Rimane per il momento fuori dai giochi il Fondo Strategico Italiano (Fsi) che aveva da tempo manifestato interesse per Avio, raggiungendo anche un accordo con Finmeccanica legato all'ipotesi di quotazione in Borsa della società.

La divisione aerospaziale, dopo quell'accordo, è rimasta nelle mani di Cinven e Finmeccanica. Come spiegava il comunicato di Cinven, BCV Investments (il veicolo a cui fa capo Avio) ha mantenuto il controllo della divisione Spazio. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il quartier generale di Finmeccanica. REUTERS/Max Rossi