Danone taglia 900 posti in Europa dopo risultati 2012, titolo corre

martedì 19 febbraio 2013 10:17
 

PARIGI (Reuters) - Danone ha annunciato il taglio di 900 posti di lavoro in Europa dopo la pubblicazione dei risultati 2012, che hanno evidenziato una flessione dei margini.

Il presidente e AD del colosso alimentare francese, Franck Riboud, ha sottolineato che il 2013 sarà un anno di transizione, preannunciando un calo del margine operativo di 30-50 punti base.

L'anno scorso, il margine operativo è sceso di 50 punti base, al 14,18%.

Danone ha detto di attendersi un trend negativo della domanda in Europa, mentre il costo delle materie prime e dei materiali utilizzati per il packaging resterà elevato.

Nel 2012, Danone ha registrato vendite pari a 20,869 miliardi di euro, in crescita del 5,4% e superiori alle attese (20,75 miliardi, secondo Thomson Reuters Ibes). Ma l'andamento delle vendite è deludente rispetto alle previsioni del gruppo e, soprattutto, se comparato ai risultati dei concorrenti.

I tagli al personale saranno concentrati nelle posizioni manageriali e amministrative.

Il mercato ha reagito positivamente ai risultati: attorno alle 9,50 italiane, infatti, Danone balza del 5,38%, a 52,890 euro, dopo aver segnato un massimo di 52,970 euro. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Prodotti Danone in un supermercato. REUTERS/Jacky Naegelen