Euro scivola con economia in recessione più profonda

giovedì 14 febbraio 2013 14:49
 

NEW YORK (Reuters) - L'euro cede circa l'1% contro il dollaro e mostra un calo anche contro lo yen dopo che i dati macro hanno delineato un quadro più fosco delle attese sull'economia della zona euro, ricordando agli investitori che l'area sta ancora lottando per superare la crisi del debito.

Le tre principali economie della zone euro, Germania, Francia e Italia, hanno infatti registrato per il quarto trimestre 2012 una variazione del Pil peggiore delle attese, secondo i dati preliminari [ID:nL5N0BE448] [ID:nL5N0BE2T0] [ID:nL5N0BE768]. Il dato relativo all'intera zona euro ha poi mostrato una contrazione superiore alle attese, -0,6% congiunturale contro stime per -0,4% e -0,9% tendenziale su attese per -0,7%.

Questo ha sollecitato acquisti sul Bund e stimolato l'idea che la Bce possa abbassare i tassi d'interesse nei prossimi mesi. Il vicepresidente della Bce Vitor Constancio ha detto che portare il tasso sui depositi presso la Bce in territorio negativo è uno strumento per il quale la Banca centrale è tecnicamente pronta, ma nessuna decisione è stata ancora presa [ID:nL5N0BE9XF].

"Sono in molti a essere nervosi sull'entità del movimento dell'euro e questa mattina i dati sulla crescita hanno annullato tutto" dice said Neil Mellor, currency strategist a Bank of New York Mellon. "Tuttavia questo è un sell-off periodico. Adesso la gente cercherà di comprare al ribasso, a meno che non ci siano altri dati negativi".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia