Rcs, sciopero unitario giornalisti nel giorno del Cda sul piano

mercoledì 13 febbraio 2013 18:10
 

MILANO (Reuters) - Una mobilitazione unitaria dei giornalisti di Rcs è in programma per il giorno in cui si riunirà il Cda del gruppo per approvare i dettagli del piano industriale, che prevede 800 esuberi (640 in Italia), la vendita o chiusura di dieci testate periodiche e la cessione della storica sede del Corriere nel centro di Milano.

Il Cda, che dovrà anche approvare i conti 2012, si terrà tra il primo e l'11 marzo.

"I giornalisti dei Periodici (...) saranno al fianco dei colleghi dei Quotidiani per una mobilitazione unitaria dei giornalisti del gruppo anche nel giorno in cui il Consiglio d'amministrazione intende varare in via definitiva un Piano industriale che, per fare cassa, punta a cancellare 800 posti di lavoro e un pezzo straordinariamente prezioso della storia culturale del nostro Paese e della nostra democrazia", dice una nota diffusa dal Cdr della Divisione Periodici.

I giornalisti dei periodici hanno già proclamato quattro giorni di sciopero e annunciano che "metteranno in campo qualsiasi forma di mobilitazione per ottenere che il management del gruppo abbandoni l'intenzione di svendere dieci testate storiche e arrivi finalmente alla definizione di un Piano industriale che segni con chiarezza e coraggio l'avvio di una fase di netta discontinuità rispetto al passato e che ponga al centro del rilancio e dello sviluppo l'informazione e la qualità dei contenuti, facendo leva sull'attuale occupazione giornalistica".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia