Barclays annuncia 3.700 tagli personale in piano riorganizzazione

martedì 12 febbraio 2013 10:28
 

LONDRA (Reuters) - Barclays taglierà almeno 3.700 posti di lavoro e sfoltirà la propria divisione di investment banking, nell'ambito del piano di ristrutturazione lanciato dal nuovo AD Anthony Jenkins, che punta a realizzare risparmi sui costi per 1,7 miliardi di sterline l'anno.

Tra gli obiettivi della ristrutturazione anche il tentativo di convincere il mercato del profondo cambiamento in atto nella banca britannica, coinvolta in una serie di scandali tra cui quello sulla manipolazione del Libor, costato di recente una multa da 450 milioni di dollari.

Jenkins ha spiegato che gli esuberi riguarderanno 1.800 posizioni nel corporate and investment banking e 1.900 nella rete europea. Gli investimenti, ha aggiunto l'AD, si concentreranno in Gran Bretagna, Usa e Africa, mentre andrà a ridursi la presenza nell'Europa continentale e in Asia.

Barclays ha inoltre comunicato che il monte bonus pagato all'interno della propria divisione di investment banking subirà una riduzione del 17% rispetto all'anno precedente.

Sul fronte dei conti, la banca ha riportato un profitto pretasse annuale di appena 246 milioni di sterline, contro i 5,9 miliardi del 2011, a causa, tra l'altro, di risarcimenti ai clienti. Il profitto pretasse aggiustato, tuttavia, si attesta a 7,05 miliardi di sterline nel 2012, +26% su anno, in linea con le attese degli analisti.

Alle 9,50 italiane il titolo Barclays sale dell'1,99% alla borsa di Londra.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia