Rcs conferma taglio 800 posti in Italia e Spagna, chiusura testate e vendite immobili

martedì 12 febbraio 2013 09:28
 

MILANO (Reuters) - Il piano di sviluppo 2013-2015 di Rcs prevede, tra le altre cose, una riduzione del'organico in Italia e Spagna per circa 800 unità, la cessione o chiusura di alcune testate periodiche e la valorizzazione di asset non core, tra cui quelli immobiliari.

Lo conferma il gruppo editoriale con una nota diffusa anche su richiesta Consob dopo che ieri i punti principali del piano sono stati resi noti dai rappresentanti sindacali al termine di un incontro con i vertici aziendali.

"Tali azioni sono necessarie per ripristinare la redditività e la solidità finanziaria del gruppo in un contesto di mercato estremamente deteriorato soprattutto sul fronte degli investimenti pubblicitari", specifica la nota.

Per quanto riguarda la parte finanziaria a supporto del piano, in corso di analisi, Rcs ribadisce che sarà presentato in occasione del Cda sul bilancio 2012.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia