Borsa Milano chiude in rialzo, Finmeccanica cede oltre 7%

martedì 12 febbraio 2013 18:16
 

MILANO (Reuters) - Piazza Affari ha chiuso in rialzo, in sintonia con le altre borse europee, dopo aver recuperato le perdite della mattinata.

Un trader parla di 'rimbalzo tecnico' sul livello in area 16.400 punti, che ha costituito il minimo dell'intervallo in cui si è mosso l'indice nelle ultime sedute.

La risalita dell'indice italiano è stata aiutata anche dal calo dello spread Btp-Bund in scia alle aste di questa mattina.

L'indice FTSE Mib ha terminato la seduta in rialzo dello 0,69%, mentre l'indice Allshare ha guadagnato lo 0,71%. Scambi per un controvalore di 1,9 miliardi di euro. Il benchmark europeo FTSEurofirst ha registrato nu rialzo dello 0,53%.

* Banche positive, in linea con lo stoxx europeo di settore (+1,98%). POP MILANO (+6,74%) è stata il miglior titolo del listino principale, nel giorno in cui i consigli hanno iniziato a discutere il riassetto della governance. Secondo Equita "la trasformazione in Spa, ancorché con garanzie per i dipendenti, comporterebbe un immediato rerating del titolo con impatto positivo del 30% sui multipli".

INTESA SP ha chiuso in rialzo del 2,32%, UNICREDIT dell'1,47%. In controtendenza solo MPS, che ha ceduto l'1,27%.

* FINMECCANICA ha lasciato sul terreno il 7,3%, con volumi oltre cinque volte la media giornaliera, sulla notizia dell'arresto dell'AD Giuseppe Orsi per presunta corruzione. [ID:nL5N0BC3E0] Consob ha vietato le vendite allo scoperto sul titolo per oggi e domani. Il gruppo della difesa si trascina la controllata ANSALDO STS, che cede il 3%.[ID:nL5N0BBGC2]

* TELECOM ITALIA ha ampliato le perdite delle ultime sedute e ceduto l'1,79%. Pesa il downgrade di Moody's.

* I prezzi delle varie tipologie di azioni Exor si sono sostanzialmente allineate dopo la decisione del gruppo di proporre agli azionisti la conversione con rapporto di 1 a 1. Le azioni ordinarie hanno chiuso a 21,85 euro (-0,59%), mentre le risparmio sono salite a 21,7 euro (+8,77%) e le privilegiate a 21,5 euro (+8,75%).   Continua...

 
La sede di Borsa Italiana a Milano, in una foto del 10 dicembre 2012. REUTERS/Stefano Rellandini