Trasporti, Antitrust contesta affidamento Roma ad Atac senza gara

lunedì 11 febbraio 2013 14:39
 

ROMA (Reuters) - L'Antitrust ha inviato a Roma Capitale un parere con il quale contesta le decisione della giunta capitolina che ha affidato all'Atac, l'azienda municipalizzata per i trasporti, senza gara e fino al 2019 la gestione di bus e metro, parcheggi e servizi di convalida dei biglietti.

Lo dice una nota dell'organismo di vigilanza, in cui si aggiunge che se l'amministrazione non rimuoverà le violazioni, l'Antitrust ricorrerà al Tar.

L'Autorità, si legge nel provvedimento, "ritiene che la delibera del Consiglio Comunale di Roma Capitale 47 del 2012, con cui è stato disposto l'affidamento ad Atac del servizio di trasporto pubblico di superficie e su metropolitana e delle attività complementari dal 1° gennaio 2013 al 3 novembre 2019 integri una violazione dei principi a tutela della concorrenza".

L'Autorità di vigilanza contesta la mancata spiegazione delle ragioni dell'affidamento in house, che la Ue vuole motivate, e la mancata riserva del 10% degli appalti che andavano comunque messi a gara. Ma anche e soprattutto viene contestato di non aver stabilito gli obblighi di servizio pubblico imposti ad Atac né aver indicato "un valore delle relative compensazioni, calcolato, come dovrebbe essere, sulla base dei costi di un'azienda media gestita in modo efficiente".

L'Antitrust ha concesso a Roma Capitale 60 giorni per adottare "iniziative per rimuovere la violazione della concorrenza sopra esposta. Laddove entro il suddetto termine tali iniziative non dovessero risultare conformi ai principi concorrenziali sopra espressi, l'Autorità potrà presentare ricorso [al Tar] entro i successivi 30 giorni".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia