Derivati, Ue raggiunge accordo su regole derivati, effettive a metà marzo

giovedì 7 febbraio 2013 19:05
 

BRUXELLES/LONDRA (Reuters) - L'Unione Europea ha raggiunto un accordo sulle nuove regole per i derivati aiutando i paesi del blocco a raggiungere un impegno comune per rendere i mercati più sani ed evitando di innalzare le soglie patrimoniali delle banche per contenere i rischi.

Il Parlamento europeo, riunito a Strasburgo, ha deciso di non procedere con una risoluzione che avrebbe costretto i regolatori a ripensare le norme sui derivati causando ritardi e incertezze sui mercati.

Secondo le nuove regole, che dovrebbero entrare in vigore probabilmente a metà marzo, i contratti derivati devono essere registrati e resi trasparenti. Attualmente molte transazioni sui derivati non sono rese pubbliche e non c'è evidenza degli scambi per vedere chi è esposto.

"Con l'adozione di questi standard la Ue viene incontro all'impegno del G20 nell'ambito della riforma dei servizi finanziari. Le nuove regole ridurranno i rischi relativi a lle transazioni sui derivati", spiega il Commissario ai servizi finanziari Michel Barnier.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Derivati, Ue raggiunge accordo su regole derivati, effettive a metà marzo. REUTERS/Michaela Rehle