Edicole chiuse dal 24 al 26 febbraio, in protesta per crisi categoria

mercoledì 6 febbraio 2013 12:25
 

MILANO (Reuters) - Il 24, 25 e 26 febbraio, quando l'Italia si recherà alle urne per rinnovare il Parlamento, le organizzazioni sindacali dei rivenditori di quotidiani e periodici hanno proclamato tre giorni di chiusura per richiamare l'attenzione sullo stato di profonda crisi in cui versa la categoria.

Il presidente di Snag-Confcommercio, Armando Abbiati, sottolinea in una nota che "con questa agitazione vogliamo ricordare a tutti quanto le edicole siano importanti per garantire il diritto all'informazione sancito dalla nostra Costituzione. Nel solo 2012 hanno chiuso in media 5 edicole ogni giorno, più di 4.000 posti di lavoro persi".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia