Italia, inflazione in frenata a gennaio, trend proseguirà

martedì 5 febbraio 2013 14:24
 

* Nic tendenziale frena al 2,2%, minimo da due anni

* Economisti vedono prosecuzione trend discendente su anemia consumi

* In nuovo paniere escono netbook, entrano phablet e metano per auto

di Elvira Pollina e Roberto Landucci

MILANO/ROMA (Reuters) - Carovita in frenata in a gennaio, complice l'anemia della domanda interna in un anno che per l'Italia sarà ancora all'insegna della recessione.

Secondo le stime preliminari diffuse oggi da Istat, su base annua l'indice nazionale prezzi al consumo (Nic) è cresciuto del 2,2%, in linea alle stime degli analisti raccolte da Reuters in un sondaggio, rallentando dal 2,3% di dicembre, e portandosi ai minimi da gennaio 2011.

Frena, portandosi al livello più basso da due anni, anche la corsa dei prezzi dei beni acquistati con maggior frequenza. Il mese scorso, infatti, il cosiddetto 'carrello della spesa' è rincarato del 2,7% dal 3,1% dicembre.

A perimetro mensile l'inflazione ha subito un'accelerazione dello 0,2%, replicando l'aumento segnato a dicembre, e rispettando le stime degli analisti.

Flessione congiunturale del 2,0% per l'indice Ipca, conforme ai parametri europei, che tiene conto, a differenza del Nic, anche dell'effetto dei saldi.   Continua...

 
Italia, stima preliminare Istat: inflazione a gennaio al 2,2% su anno. REUTERS/Kham