Zona euro, Pmi: economia mostra segni ripresa, cresce ottimismo

martedì 5 febbraio 2013 12:25
 

LONDRA (Reuters) - L'economia della zona euro ha girato l'angolo, secondo i direttori acquisti delle aziende che hanno mostrato un maggiore ottimismo per il futuro, mentre è emerso un divario crescente tra le singiole economie della regione.

L'indice PMI composito di Markit per la zona euro, visto come buon indicatore della crescita, è salito a gennaio al massimo di 10 mesi a 48,6 dal 47,2 di dicembre - un miglioramento rispetto alla lettura preliminare di 48,2.

Sebbene stia ancora segnalando una contrazione - visto che è al di sotto della soglia di 50 dal febbraio dello scorso anno - l'indice è aumentato costantemente nelle ultime tre letture.

L'industria privata costituisce circa i due terzi dell'economia della zona euro e i dati hanno mostrato una profonda frattura tra la Germania - l'economia più grande d'Europa - e la Francia, seconda più grande del blocco.

"La zona euro sta mostrando chiari segni di guarigione, con l'allentamento che ha rallentato consistentemente in gennaio e la regione si sta avvicinando alla stabilizzazione nel primo trimestre", dice Chris Williamson, capo economista di Markit.

"Tuttavia la crescita è fortemente sbilanciata verso la Germania, dove il contrasto con la contrazione visto in Francia è il più grande visto da quando l'indagine è iniziata nel 1998."

Il PMI composito tedesco ha messo a segno la crescita mensile più grande dall'agosto 2009, segnando il massimo dal giugno 2011. Invece nella vicina Francia l'indice è crollato ai minimi in quasi quattro anni.

Il PMI del settore servizi della zona euro, che costituisce quasi la metà dell'economia del blocco, è salito a un massimo di 10 mesi a 48,6 dal 47,8, sopra una stima flash di 48.3.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Zona euro, Pmi: economia mostra segni ripresa, cresce ottimismo. REUTERS/Jon Nazca