Borse Asia-Pacifico, in netto calo su timori zona euro e dati Usa deboli

martedì 5 febbraio 2013 08:41
 

MILANO (Reuters) - Borse asiatiche, petrolio ed euro in calo stamani a seguito dei realizzi da parte degli investitori dopo il recente rally, mentre lo yen si prende una pausa dall'ondata di vendite.

Intorno alle 8,20 l'indice Msci dell'area Asia/Pacifico, che esclude il Giappone, cede lo 0,90%. Ieri l'indice era salito ai massimi da 19 mesi. Tokyo ha chiuso in cao dell'1,9%, dopo avere raggiunto i massimi da 33 mesi ieri.

Andando sui singoli mercati, pesante HONG KONG ai minimi da tre settimne trainata al ribasso dal calo del 7% registrato da China Petroleum e Chemical Corp (Sinopec) dopo il collocamento di nuovi titoli per 3,1 miliardi di dollari.

Giù anche SINGAPORE ai minimi da una settimana, in linea con il ribasso generalzzato delle altre borse asiatiche, dopo i dati deboli provenienti dagli Usa e i rinnovati timori legati alla crisi del debito della zona euro.

TAIWAN contiene il ribasso a un meno 0,5% circa con HTC Corp sospesa al ribasso.

SEUL cede lo 0,77% ai minimi da due mesi, in ribasso per la quarta seduta consecutiva in attesa dei risultati trimestrali del settore bancario.

Infine, ribassi intorno allo 0,5% anche per SYDNEY e BORSA INDIANA. La prima riesce a ridurre le perdite grazie alla decisione della banca centrale di mantenere i tassi invariati al minimo record del 3%, la seconda risente del ribasso dell'8,6% di Bharat Heavy Electricals.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Un'immagine della Borsa di Sydney. REUTERS/Daniel Munoz