Borse Europa positive, aiutano Pmi e BT, occhi su dati Usa

venerdì 1 febbraio 2013 11:01
 

LONDRA (Reuters) - Mattina positiva per le borse europee, sostenute dai dati migliori delle attese sull'attività manifatturiera della zona euro e dalle speranze che il peggio della crisi europea del debito sia alle spalle.

A puntellare l'umore degli investitori anche i risultati sopra le aspettative dell'operatore di tlc britannico BT.

I trader avvertono però che in vista dell'appuntamento chiave della giornata - i dati sull'occupazione Usa delle 14,30 italiane - è probabile che i mercati resteranno volatili e i volumi contenuti.

Intorno alle 10,40 il FTSEurofirst 300 sale dello 0,25%, mentre tra le singole piazze Londra e Francoforte salgono di circa lo 0,6%, Parigi avanza dell'1%. In controtendenza Madrid, in calo dell'1% circa dopo che l'autorità di vigilanza sui mercati ha sospeso il divieto di vendite allo scoperto su azioni e bond, segno che alcuni investitori stanno scommettendo su un ritracciamento dell'azionario spagnolo dopo il rally del 23% registrato il mese scorso.

Il Pmi manifatturiero della zona euro ha mostrato a gennaio una lettura finale di 47,9, quattro decimi oltre alla stima flash e di un punto e otto decimi al di sopra dei livelli di dicembre. Si tratta - dicono i dati Markit - del miglior risultato degli ultimi undici mesi.

I titoli in evidenza:

* Sale del 4,5% BT, che ha registrato nel terzo trimestre un utile lordo in crescita del 7%, sopra le attese, grazie alla forte domanda di banda larga e al controllo sui costi che hanno compensato le pressioni giunte da un'economia in recessione e dal fronte regolatorio.

* In calo del 3% Electrolux che ha archiviato il trimestre con un utile operativo in crescita ma sotto le attese del mercato.

* Bene tra le banche Credit Agricole, in recupero dopo il netto calo iniziale seguito all'annuncio di costi straordinari nel quarto trimestre per 3,8 miliardi di euro, legati alla perdita di valore delle acquisizioni effettuate dalla banca francese prima della crisi.

* Poco mossa BBVA che ha archiviato il 2012 con un utile netto in calo del 44% sulla scia dei grossi accantonamenti fatti a fine anno sugli asset immobiliari. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Un'immagine della Borsa di Francoforte. REUTERS/Remote/Janine Eggert