Fiat Industrial, risultati 2012 in linea, taglia target 2013

giovedì 31 gennaio 2013 18:28
 

MILANO (Reuters) - Fiat Industrial chiude il 2012 con risultati in linea con le previsioni di budget e taglia l'obiettivo di redditività sul 2013 a causa della debolezza dei mezzi pesanti, anche se il mercato si era già posizionato su livelli più bassi.

Il nuovo target è di poco inferiore al consensus e innesca vendite sul titolo, che recupera però nel pomeriggio, grazie anche a una risalita di tutto il mercato. Alle 17 vale 9,54 euro, in rialzo dello 0,63%, con scambi al 141% della media giornaliera.

Il gruppo ha chiuso l'anno con utile della gestione ordinaria a 2,08 miliardi, ricavi a 25,8 miliardi, debito netto industriale a 1,6 miliardi.

Il cda proporrà un dividendo totale di 275 milioni, pari a 0,225 euro per azione.

Per il 2013 vede un aumento dei ricavi del 5%, margine della gestione ordinaria a 8,3-8,5%, debito netto a 1,1-1,4 miliardi.

L'aumento del fatturato previsto comporta un obiettivo in linea con quello del piano 2011-14 a 27 miliardi, indicano gli analisti. Il margine (8,3-8,5%) porta però a un trading profit di 2,2-2,3 miliardi, da 2,5-2,8 miliardi.

Il consensus elaborato dal gruppo con 21 analisti e diffuso nei giorni scorsi indicava trading profit a 2,29 miliardi nel 2013 e 2,5 miliardi nel 2014, contro 3,2-3,4 miliardi del piano.

"Il target sull'utile della gestione ordinaria 2013 è diminuito rispetto al piano, che però è molto vecchio. Il consensus è più o meno allineato con i nuovi livelli", dice Marco Cristofori, analista di Centrobanca.

Le previsioni della società indicavano per il 2012 ricavi sopra 25 miliardi, risultato gestione ordinaria oltre 2 miliardi, debito a 1,2-1,5 miliardi, liquidità a 4 miliardi.   Continua...

 
Fiat Industrial, risultati 2012 in linea, dividendo da 0,225 euro/azione. REUTERS/Ciro De Luca