Btp leggermente appesantiti da primario, attesa aste domani

martedì 29 gennaio 2013 12:43
 

MILANO (Reuters) - Il secondario italiano mantiene un lieve calo dopo la seconda tornata di aste di fine mese, che si concluderanno domani con un'offerta sul tratto medio-lungo.

Alla luce dei collocamenti di ieri e oggi, trader e strategist confermano il permanere dell'interesse del mercato sulla carta italiana, sebbene il secondario risulti appesantito proprio dall'attività sul primario che vedrà domani l'offerta fra 5 e 6 miliardi di Btp a 5 e 10 anni.

"Le aste sono andate bene e sul secondario si vede un certo interesse sui brevi. Potranno pesare su oggi le aste di domani, per cui mi aspetto una lieve pressione prima di una più completa ripresa del mercato", dice un trader.

Il Tesoro italiano ha collocato oggi 8,5 miliardi di Bot a sei mesi, contro 9,775 miliardi in scadenza, al rendimento di 0,731%, che segna il minimo dallo 0,567% registrato all'asta del marzo 2010. In occasione dell'asta del mese scorso il rendimento era risultato a 0,949%.

"La domanda è risultata davvero buonissima, sia grazie al fatto che c'è una buona quantità di rimborsi di titoli, sia perchè continua ad esserci un buon favore nei confronti dell'Italia. Anche il rendimento è risultato su buoni livelli, anche un po' più basso rispetto al mercato", ha detto Chiara Cremonesi di Unicredit.

Il calo dei rendimenti non colpisce ancora l'interesse degli investitori per la carta italiana.

"La domanda è stata buona, nonostante il rendimento a bassi livelli, ormai sempre più al di sotto l'1%, avrebbe potuto determinare una perdita d'interesse da parte degli investitori", dice Alessandro Giansanti di Ing.

"Resta però il vantaggio in termini di tassi contro i 'core', con la Germania il cui 2 anni rende ben al di sotto dei Bot italiani. Mi pare che l'asta confermi la strategia degli investitori di uscire dai 'core' per via di un appetito di rischio che comporta investimenti più fruttuosi", aggiunge.

Intorno alle 12,25 il rendimento del decennale italiano sale al 4,220% dal 4,201% del finale di seduta di ieri. Lo spread con l'analoga scadenza del Bund è in lieve rialzo, in attesa del collocamento di domani.

 
Biglietti da 500 euro. REUTERS/Lee Jae-Won