Pop Spoleto, cordata umbra studia acquisto controllo, Opa

lunedì 28 gennaio 2013 18:35
 

MILANO (Reuters) - Una cordata di investitori istituzionali e imprenditori, in prevalenza umbri, sta studiano un'operazione per rilevare il pacchetto di controllo di Pop Spoleto e poi lanciare un'Opa sul capitale rimanente a 2,10 euro per azione.

A rivelare il piano dopo le indiscrezioni stampa è Clitumnus Srl, società neocostituita e presieduta da Francesco Carbonetti, aperta alla partecipazione di una cordata di investitori locali che definisce l'operazione "amichevole, in quanto ha l'obiettivo di salvaguardare l'autonomia della banca, la sua sede e direzione generale in Spoleto, il suo radicamento territoriale e tutti i posti di lavoro".

In una nota la newco spiega che l'operazione è stata illustrata a Banca IMI, adviser finanziario di Spoleto Crediti e Servizi (Scs), titolare del 51% circa del capitale della banca.

In particolare, il piano allo studio prevede l'acquisto del pacchetto di maggioranza a 2,10 euro per azione e una successiva Opa totalitaria allo stesso prezzo.

Il prezzo proposto valorizza la banca 62,5 milioni di euro a fronte di una capitalizzazione di borsa alle quotazioni di venerdì pari a 82 milioni di euro.

L'offerta risulta a sconto rispetto alla quotazione di venerdì a 2,72 euro che però risente degli recenti movimenti speculativi che hanno portato il titolo dell'istituto a raggiungere i 3,15 euro lo scorso 18 gennaio, i massimi da venti mesi circa.

Anche nella seduta odierna il titolo ha chiuso sopra il prezzo dell'eventuale Opa, registrando un rialzo del 4,41% 2,84 euro.

PIANO INCLUDE AUMENTO DI CAPITALE

La proposta avanzata da Clitumnus comprende inoltre la ricapitalizzazione della banca "nella misura che risulterà necessaria dopo gli accertamenti ispettivi della Banca d'Italia".   Continua...