Btp in lieve flessione in vista offerta, bene asta Ctz e Btpei

lunedì 28 gennaio 2013 12:54
 

MILANO (Reuters) - Mercato obbligazionario in lieve flessione nella seduta in cui il Tesoro ha collocato 6,628 miliardi complessivi di Ctz e di Btpei, dando il via alla tornata di aste di fine mese.

"E' un lunedì molto tranquillo. C'è un minimo di pressione in vista della aste a medio-lungo di dopodomani quasi fisiologica", di un dealer di una banca italiana specialista.

Intorno alle 12,20 il rendimento del decennale italiano sale al 4,166% dal 4,133% del finale di seduta di venerdi e lo spread con l'analoga scadenza del Bund si allarga a 259 punti base dai 256 punti della chiusura.

Stamane intanto il rendimento d'asta del nuovo Ctz dicembre 2014, assegnato per tutti i 4 miliardi offerti, è sceso all'1,434% dall'1,884% del mese scorso, ai minimi da marzo 2010. Bene anche il collocamento dell'indicizzato settembre 2018.

"Si conferma l'orientamento positivo degli investitori verso il debito italiano, nonostante incombano le elezioni. E' un trend legato alla prospettiva di un miglioramento della situazione economica nella seconda parte dell'anno, che fa aumentare la propensione ad assorbire gli asset percepiti come più rischiosi", dice Alessandro Giansanti, strategist di Ing.

Un clima che, unitamente all'abbondante liquidità in arrivo questa settimana dal pagamento di rimborsi e delle cedole di Btp e Bonos - pari a 52 miliardi, secondo Unicredit - dovrebbe garantire il buon esito delle emissioni di domani, quando verranno messi sul piatto 8,5 miliardi di Bot semestrali, e di mercoledì, quando verranno proposti fino a 6 miliardi di titoli a cinque e dieci anni. =

 
Operatori durante una pausa in una banca d'affari. REUTERS/Paulo Whitaker