Alitalia, Monti: più importante struttura forte che italianità azienda

venerdì 25 gennaio 2013 10:23
 

ROMA (Reuters) - Mentre gli azionisti di Alitalia [CAITLA.UL] sembrano intenzionati a vendere le proprie quote dopo la scadenza del lock-up, il premier uscente Mario Monti ritiene che sia più importante dotare la compagnia aerea, oggi di nuovo in crisi, di una struttura "aziendalmente forte" rispetto a conservare l'italianità della sua proprietà.

"Bisogna distinguere tra italianità di un'impresa e italianità dei proprietari di un'impresa", ha detto Monti, che è anche candidato premier di una coalizione centrista, nel corso di un'intervista alla trasmissione Radio Anch'io, su Rai Radio 1.

"Nel caso ad esempio di una grande compagnia aerea l'italianità è servire a legare bene il Paese, in questo caso l'Italia, con il resto del mondo in tutti i punti che sono rilevanti per il turismo, per i commerci".

Questo, per Monti, significa che serve "una soluzione aziendalmente forte: mi sembra che sia molto più importante questo che non la nazionalità della società o delle società che detengono le quote di patrimonio di Alitalia".

All'acquisto di Alitalia potrebbe essere interessata Air France Klm, che è già socia della compagnia col 25% del capitale. Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia