Ryanair vede crescita passeggeri rallentare nel 2013

martedì 22 gennaio 2013 18:28
 

ROMA (Reuters) - Ryanair si aspetta che la crescita dei passeggeri rallenti nel 2013, alla luce dei tagli sui voli a breve distanza in alcuni mercati per via dell'aumento delle tasse aeroportuali. Lo ha detto oggi a Reuters l'AD della più grande compagnia aerea low cost d'Europa.

"Credo che la crescita sarà più lenta quest'anno", ha detto Michael O'Leary, pronosticando che il numero di passeggeri crescerà del 3-4% arrivando a 82,5 milioni per l'anno che si conclude a marzo 2014.

La stima di crescita per l'anno che si conclude a marzo 2013 è invece del 4,2%.

"L'estate quest'anno sarà più piatta, il grosso della crescita si concentrerà nell'inverno 2013-2014", ha spiegato O'Leary.

L'AD ha detto che la compagnia, che sta estendendo il settore dei voli a lungo raggio, punta a ordinare velivoli dalla Boeing a fine 2013 o inizio 2014.

Ha definito "gonfiate" le difficoltà della Boeing con il nuovo modello Dreamliner 787, che la scorsa settimana le autorità a livello mondiale hanno bloccato a terra per via di una serie di problemi tecnici.

Ryanair è ancora in trattativa con la Commissione Europea circa un'offerta per rilevare la compagnia rivale irlandese Aer Lingus, ma O'Leary dice di attendersi il via libera.

"Non ci attendiamo che si vada al processo di appello perché sarà molto difficile per la Commissione respingere questo pacchetto di soluzioni dal momento che sono innovative e rivoluzionarie", ha detto O'Leary a proposito delle concessioni fatte da Ryanair.

L'offerta di takeover da 694 milioni di euro è sotto esame dal punto di vista della competitività. La Commissione Europea ha bloccato una precedente offerta nel 2007, dicendo che avrebbe creato un monopolio sul mercato irlandese.   Continua...

 
Velivoli di Ryanair in pista all'aeroporto di Girona, in Spagna il 20 settembre scorso. REUTERS/Albert Gea