Manovra aggiuntiva 2013, Polillo: dipende da flessibilità Ue su deficit

venerdì 18 gennaio 2013 19:40
 

ROMA (Reuters) - La necessità a primavera di operare una manovra correttiva per centrare l'obbiettivo del pareggio di bilancio dipende dalla flessibilità con la quale la Ue guarderà ai conti pubblici italiani, in caso contrario sarà necessario trovare "un po' di soldi".

Lo ha detto il sottosegretario all'Economia Gianfranco Polillo in una intervista a TgCom24, secondo una nota inviata dall'emittente alle agenzie.

"Serve un'altra manovra? Spero si possa evitare e su questo dobbiamo contare sulla situazione internazionale. Se rispettiamo le regole europee ma ci consentono un po' più di deficit la manovra si evita, altrimenti dovremo trovare un po' di soldi", ha detto Polillo.

Il sottosegretario del governo dimissionario ha poi aggiunto, su come sarebbe possibile reperire le risorse necessarie per questo aggiustamento, che "questo dipenderà dal prossimo ministro dell'economia. I temi saranno sempre gli stessi, ovvero tagliare la spesa e portare una lotta più decisa all'evasione fiscale. Se non si dovesse riuscire a fare questo non lo so. Aumentare ancora la pressione fiscale sarebbe insostenibile".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia