Ilva, eredi vittime chiedono sequestro azioni Alitalia dei Riva

venerdì 18 gennaio 2013 12:48
 

TARANTO (Reuters) - Familiari di vittime chiedono, in un'integrazione alla denuncia presentata ad ottobre 2012 contro l'Ilva, il sequestro conservativo delle azioni Alitalia (pari al 10,62% del capitale) in mano alla famiglia Riva.

E' questa infatti la richiesta dei familiari di due uomini, un operaio dell'acciaieria e un dipendente comunale, che secondo la denuncia sarebbero deceduti per malattie causate dalla contaminazione da sostanze provenienti dall'impianto siderurgico di Taranto.

L'avvocato Giuseppe Lecce, che difende gli eredi, spiega che dopo che, ieri, la Cassazione ha confermato i provvedimenti cautelari contro i legali rappresentanti dell'Ilva Emilio e Fabio Riva e alcuni manager, si sono materializzati i presupposti per la richiesta di tutela patrimoniale.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il polo Ilva a Taranto. REUTERS/Yara Nardi