Borse Asia Pacifico in lieve calo in attesa dati cinesi domani

giovedì 17 gennaio 2013 08:45
 

TOKYO (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico sono in marginale ribasso, sostenute da trimestrali Usa migliori delle attese ma frenate dalla cautela in attesa dei dati macro cinesi di domani.

Ieri le borse internazionali hanno chiuso generalmente piatte ma il settore bancario ha beneficiato dei risultati annunciati da Goldman Sachs, i cui profitti sono quasi triplicati, e di JPMorgan Chase, che ha visto l'utile del quarto trimestre balzare del 53% e quello del 2012 toccare un nuovo record.

Il mercato sposterà adesso la sua attenzione all'agenda macro cinese di domani - Pil del quarto trimestre, vendite al dettaglio e produzione industriale di dicembre - che offriranno indicazioni sullo stato di salute della maggiore economia asiatica.

Intorno alle 8,20 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico cede lo 0,2% circa. Il Nikkei, non compreso nell'indice, ha chiuso in marginale rialzo dello 0,09%.

In evidenza la borsa di SYDNEY che balza ai massimi di 20 mesi, spinta da finanziari e retailer sulla scia di dati che hanno evidenziato un inatteso calo dell'occupazione australiana aumentando le possibilità di nuovi tagli dei tassi di interesse.

La prudenza in attesa dei dati macro di domani pesa su SHANGHAI e trascina in territorio negativo anche HONG KONG. Prada cede l'1% circa.

Ritracciano anche SINGAPORE e, in misura maggiore, TAIWAN, dove però il produttore di semiconduttori TSMC riesce a strappare un marginale progresso in attesa della trimestrale.

A SEOUL, che si allinea alla debolezza generale dell'area, pesa soprattutto Samsung Electronics , in calo per la terza seduta consecutiva.

Positiva invece MUMBAI sostenuta dai tecnologici.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia