Fiat, AD: fusione Chrysler ci sarà anche nel caso di Ipo

lunedì 14 gennaio 2013 18:36
 

DETROIT/MILANO (Reuters) - Fiat è pronta ad acquistare azioni Chrysler sul mercato e farà la fusione con la controllata Usa, anche se questa sarà quotata in borsa.

Lo ha detto l'AD Sergio Marchionne, a margine del salone dell'auto a Detroit, aggiungendo che il gruppo non ha intenzione di rinunciare all'esercizio delle opzioni sulla partecipazione di Veba nel produttore Usa.

"Alla fine avremo una fusione", ha detto l'AD, oggi a Detroit, con riferimento a una possibile Ipo Chrysler.

Fiat ha opzioni sul 16,6% di Chrysler detenuto da Veba, che ha già iniziato a esercitare, ma sulla valutazione si è aperto un contenzioso, che dovrebbe essere risolto nei prossimi mesi.

Il gruppo di Torino detiene il 58,5% di Chrysler, Veba, fondo sanitario dei dipendenti, il 41,5%.

Veba ha chiesto nei giorni scorsi una "registration demand" alla Sec, primo passo formale verso un'offerta pubblica, che però gli analisti tendono a escludere. [ID:nL5E9CA6IO]

Marchionne ha garantito che Veba non sarà azionista di lungo termine di Chrysler.

Da tempo il mercato specula sul fatto che Fiat salirà al 100% della controllata Usa.

Marchionne ha detto, nei mesi scorsi, che punta a una fusione tra i due gruppi entro il 2015-2016.   Continua...

 
Il logo Fiat. REUTERS/Mario Anzuoni