Italia, produzione novembre cala oltre stime, outlook debole

lunedì 14 gennaio 2013 17:44
 

di Giulio Piovaccari

MILANO/ROMA (Reuters) - Un altro dato sensibilmente negativo per la produzione industriale italiana, scesa in novembre dell'1% congiunturale, dopo il -1,1% di ottobre e il -1,3% di settembre secondo i numeri diffusi questa mattina dall'Istat.

Si tratta di una rilevazione che conferma la persistenza di un quadro di forte debolezza dell'economia italiana e coglie un po' di sorpresa gli economisti, che prevedevano per lo meno un'attenuazione del passo di contrazione della produzione. Le stime, raccolte in un sondaggio Reuters, indicavano infatti un dato invariato su base mensile.

"Il dato non è molto bello e quello che fa riflettere è che c'è stata una flessione sia dei beni intermedi sia di quelli strumentali, cosa che ci porta a ritenere che la debolezza della congiuntura rimane tutta" spiega l'economista Barclays Fabio Fois.

L'economista di Intesa Sanpaolo Paolo Mameli conferma: "quello che è più preoccupante è il calo marcato dei beni di investimento e intermedi, che fino ad agosto avevano tenuto grazie all'export".

A novembre, spiega l'Istat in un comunicato, l'indice destagionalizzato di produzione ha registrato una variazione congiunturale negativa per i comparti energia (-2,1%), beni strumentali (-1,3%) e beni intermedi (-1,2%). Positivo solo il raggruppamento dei beni di consumo, anche se con un modestissimo +0,1%: al suo interno i beni durevoli fanno segnare un incremento dello 0,9% mentre è piatto l'andamento dei non durevoli.

Secondo l'economista UniCredit Chiara Corsa la rilevazione odierna risente anche della sospensione dell'attività industriale in occasione del ponte del primo novembre.

Per quel che riguarda i dati tendenziali, l'indice corretto per i giorni lavorativi ha registrato a novembre un calo del 7,6% contro il -6,1% di ottobre (dato quest'ultimo rivisto da un iniziale -6,2%). In questo caso le attese degli economisti erano per un -5,2%.

Nella media dei primi undici mesi dell'anno, informa l'Istat, la produzione è stata inferiore del 6,6% rispetto allo stesso periodo del 2011.   Continua...